Un giorno Fabio mi disse

Ore 14:30 di un lunedì di aprile, sono in netto anticipo rispetto all’orario concordato con l’azienda, che mi concede la sala riunioni in attesa dell’arrivo dei soci.

Mentre sono all’opera su una mail, sorpreso della mia presenza compare nello specchio della porta Fabio, uno dei soci.

Ma la sorpresa non deve essere stata del tutto negativa perché quasi subito, mentre si gode il suo caffè del dopopranzo, esclama:

Ti ricordi Massimiliano, quello che ti avevo detto non mi riusciva di avere da lui un po’ di collaborazione? Da quando gli ho spiegato a che serve il progetto su cui stava lavorando, sembra un’altra persona!

“Maddai!” rispondo io.

Anche se non ci stanchiamo di dirlo, sentirsi dire da un cliente (ok, non ce lo ha proprio detto, ma il significato è quello!) che a fare le cose che consigliamo il cambiamento si ottiene per davvero, una certa impressione me l’ha fatta.

12 domande che possono evidenziare quali comportamenti devi correggere

Tra i “12 comandamenti” della Gallup, una delle domande che consigliamo di fare ai collaboratori è “Sai quanto è importante il lavoro che fai per gli obiettivi dell’azienda?”

Rispondere positivamente a questa domanda (insieme alle altre 11) è stato dimostrato essere correlato alle migliori tra circa 80.000 aziende che sono state intervistate a cavallo del secolo.

Qui sotto lo schema della correlazione individuata, con aziende “migliori” in termini di:

1) Turn-over del personale
2) Soddisfazione dei clienti
3) Solidità
4) Produttività
5) Redditività

Correlazione gallup

Se hai voglia di conoscere le 12 domande, puoi utilizzare lo schema che abbiamo pubblicato, ma una presentazione completa la puoi vedere qui sotto.