fbpx

Waxmore: creare un business forte sulla base di una vision chiara

Quando si racconta di un sogno, molto spesso si tende a non credere alla possibilità di realizzarlo. Si lascia da parte, come un lontano ricordo. Alcune persone quello stesso sogno lo afferrano e lo portano avanti fino al punto di realizzarlo e renderlo tangibile: questo hanno fatto Maria Cristina Manca e sua figlia Elena con Waxmore nel 2018. Startup innovativa che si occupa oggi, di progettare divise per il mondo del food.


Come nasce Waxmore

Cadendo nel tranello dello stratupper, inizialmente l’azienda aveva più linee di prodotto: food, benessere e sanitario. Ma il rapporto con la ristorazione, la forte passione per la cucina intesa come cultura e intreccio di relazioni, hanno portato Maria Cristina ed Elena a focalizzarsi sul mondo culinario, lasciando gli altri settori.

Questa focalizzazione ha consentito all’azienda di mantenere fede ai propri valori, definendo lo scopo: “Il nostro obiettivo è vestire i desideri delle persone – racconta Elena – creando una moda facile, fatta di dettagli. Abiti da lavoro che strizzano l’occhio alla moda”.

Dettagli che racchiudono viaggi, esperienze, curiosità che hanno portato la stilista Maria Cristina a seguire le linee colorate dei Wax (da qui il nome dell’azienda), tessuti simbolo delle mescolanze tra Olanda e Africa.

Oggi Waxmore combina con un gusto tutto made in Italy i tessuti che acquista dall’Olanda per rispondere alle esigenze di tutti i clienti.

Da questo tessuto che nasce il progetto interno all’azienda, “Voglio fare il sarto”, che fa di Waxmore una realtà sostenibile e socialmente responsabile.

Un laboratorio di saperi condivisi e di trasferimento delle competenze, che mira ha creare inclusione socio-lavorativa nell’ambito della moda, coinvolgendo i rifugiati politici potenziandone le abilità di sarti.
Consolidando una visione di moda etica sostenibile che va oltre il disegno e il laboratorio: concetto lontano da quello consumistico al quale siamo abituati.

Vision&Mission

Molte aziende solo dopo anni iniziano a costruire o formalizzare la propria vision e mission. Waxmore, invece, è partita da una vision chiara su cui ha costruito un business forte. Realizzando un prodotto unico nel suo genere con particolare attenzione ai dettagli, ha creato un connubio tra moda e capi senza tempo, dove l’eleganza trova il suo filo rosso nella qualità dei tessuti e della lavorazione. Un’avventura forte di una vision chiara che non è sfuggita a La Repubblica lo scorso agosto, quando Maria Cristina è stata eletta tra le 100 donne che cambieranno il mondo. 

Essere nel posto giusto con il prodotto giusto nel momento giusto, sembra essere una combinazione fortunata.
Per Waxmore è stato il frutto di una attenta revisione del modello di business, condotta insieme ai mentor di Murate Idee Park, dei quali fa parte Massimo Brogi.

Scopri come si fa con

 

AZIENDA
SETTORE

Produzione di capi fashion per il mondo del food.

TEMA DEL PROGETTO

Creare un business forte sulla base di una vision chiara.

PERIODO

2018-2020

TEAM

Massimo Brogi

PRODOTTO

Rivivi la terza puntata del webinar “Una bella impresa” qui sotto