Guida al Business Plan

Sempre più frequentemente, oggi, ci si deve confrontare con un Business Plan quando l’azienda si relaziona con gli interlocutori esterni.

Il Business Plan è un documento che viene redatto spesso ancor prima della nascita dell’azienda, quando è necessario verificare in modo rigoroso le potenzialità della nuova idea di business: redigere un Business Plan preventivo è spesso un requisito imprescindibile per accedere anche a finanziamenti, concorsi, facilitazioni di vario tipo messe a disposizione da enti pubblici e privati.

Mentre un business model (come il Business Model Canvas, di cui parliamo in un’altra sezione) si concentra sulla creazione e distribuzione di valore, il Business Plan si concentra in modo più dettagliato sul funzionamento dei meccanismi aziendali e sugli aspetti economico-finanziari.

In quali occasioni è utile disporre di un Business Plan?

Prima di costituire ufficialmente l’azienda, per verificare la fattibilità del progetto di business.

Durante ristrutturazioni aziendali o altre azioni che comportino variazioni organizzative di rilievo.

Quando il documento è richiesto da stakeholder esterni: ad esempio, per la richiesta di finanziamenti.

Quando si vogliono riorganizzare le risorse interne, intervenire per aumentare i margini di ricavo o ottimizzare in altro modo la struttura aziendale.

Il Business Plan è uno strumento ampio e sfaccettato, ed una corretta impostazione fin dalle prime fasi di redazione è essenziale per avere poi analisi accurate dei singoli elementi che compongono il business. Per questo, ti invitiamo a scaricare il documento qui allegato con le istruzioni ed i consigli per la redazione di un corretto Business Plan.

Scarica la guida al Business Plan