IGE Impianti: la scelta fra appalti pubblici o clienti privati

Caso Aziendale

Informazioni affidabili per tracciare gli sviluppi futuri

Insistere con la partecipazione agli appalti o uscire del tutto da un settore caratterizzato da forti tensioni sui prezzi, per concentrarsi invece sull’impiantistica industriale e civile? La risposta, per IGE impianti, era incerta perché incerti erano i dati relativi all’impatto reale di ogni singola commessa sulla struttura dei costi aziendali.

La prima esigenza dell’azienda era quindi quella di chiarezza. La seconda, che sarebbe emersa successivamente, quella di ripensare la propria organizzazione per migliorare la propria efficienza.

Abbiamo conosciuto i titolari di IGE impianti ad un corso sulla direzione aziendale a Perugia, nel 2008. L’anno dopo ci hanno ricontattati per coinvolgerci in un momento molto delicato per la vita dell’azienda poiché avrebbe dovuto definire la strada da seguire negli anni successivi.
Dietro ai dubbi di quegli anni, vi era anche una differenza di vedute fra i soci fondatori, che immaginavano futuri diversi per la loro azienda.

 

La nostra proposta

Una meticolosa analisi dei parametri gestionali e del sistema dei costi di commessa per indirizzare il management verso le decisioni migliori.

 

Gli interventi

Il lavoro di analisi della struttura dei costi aziendali si è protratto diversi mesi ed ha messo in evidenza come competere sulle grandi commesse per opere pubbliche e vincerle, proponendo costi inferiori alla concorrenza ma mantenendosi in attivo, era possibile solo a patto di un ripensamento nell’organizzazione aziendale.

Le contraddizioni interne al management però impedivano di imboccare con decisione una delle due alternative possibili (costruire un’apposita strategia per la partecipazione agli appalti oppure abbandonare progressivamente il settore).

Come consulenti, abbiamo collaborato con il legale ed il commercialista dell’azienda per cercare una soluzione percorribile. Dopo delicate trattative, uno dei soci fondatori ha lasciato l’azienda, che da quel momento ha cominciato un percorso di ristrutturazione e specializzazione.

Il lavoro successivo si è poi concentrato su:

  • Riorganizzazione aziendale: la nuova IGE Impianti doveva essere strutturata per affrontare il settore degli appalti pubblici al meglio.
  • L’area tecnica è stata rafforzata con ingegneri dedicati alla progettazione dei cantieri e alla programmazione dell’attività.
  • Sono state strette partnership con pochi fornitori selezionati.
  • È stata riorganizzata l’area amministrativa, con l’intento di preparare e gestire al meglio la partecipazione alle gare pubbliche.

 

tabella fatturati IGE

I risultati

  1. Grazie ad un processo continuo di allineamento dei piani di produzione al consumo effettivo di risorse, IGE Impianti si dimostra sempre più efficace nella gestione delle gare di appalto ed esegue i lavori nel rispetto di piani perfettamente progettati e della pesante burocrazia esistente.
  2. Il tasso di conversione delle offerte sui lavori in regione si innalza. La notorietà dell’azienda aumenta anche al di fuori del circuito degli appalti pubblici: IGE si ritrova ad essere contatta anche dalla clientela industriale privata umbra perché sinonimo di tempi certi e qualità.

Ed oggi?

IGE Impianti partecipa ad oltre 300 gare di appalto annuali e vanta un alto tasso di assegnazioni.
Produzione e utile netto si mantengono in costante crescita a partire dal 2012.

 

grafico andamento IGE

 

Azienda

IGE Impianti srl

Settore

Impianti Civili e Industriali

tema del progetto

Scelta del proprio modello di business e specializzazione nel settore degli appalti pubblici.

periodo

Progetto descritto: circa 18 mesi, dal 2009 al 2010 - La nostra collaborazione con Duesse è tutt'ora in corso

Categoria
case history
Tags
appalti pubblici